Episodes

  • Quante cose di noi, di chi siamo e di chi siamo stati possiamo raccontare attraverso il cibo?

    Io e Mariachiara Montera, ne parliamo in questo undicesimo episodio.

    Insieme abbiamo chiacchierato di comfort food e di stazioni che ti riportano a casa, di foglie di limone della costiera amalfitana, di briciole che danno vita a progetti intensi, di cibo cinese e di case fatte di burro e di come essere visti può generare scenari inaspettati.

    Mariachiara è consulente di comunicazione, content creator, foodwriter, formatrice e host di Lingua, un podcast esclusivo Storytel.

    Buon Ascolto.

    ✨✨✨

    Scopri di più su Mariachiara Montera:

    Lingua - podcast Storyel

    Instagram @maricler

    Conserve - La newsletter per chi vuole scoprire tutti i modi in cui, col cibo, si può raccontare una storia.

    Estratti - Percorso di mentoring che ti aiuta a realizzare un progetto.

    Le Food Masterclass di Mariachiara

    Il blog

    mariachiaramontera.it

  • Quante volte abbiamo rinunciato a fare qualcosa che ci piace solo perché avevamo paura di non poter raggiungere gli standard che avevamo in mente? E i nostri standard si basano davvero sulla nostra idea di qualità o sono solo la manifestazione della nostra paura di sbagliare o di non essere all'altezza? In questo episodio parlo di come io ho imparato ha distinguere questa differenza e naturalmente anche degli Italian Podcast Awards, ovvero Il Pod, il premio italiano per i podcasts che si è tenuto a Milano, al Teatro Carcano lo scorso 30 Aprile, nel quale Le Faville ha visto il premio nella sezione "Rising Star"ex aequo con il podcast “Inverno Nucleare” di Michele D’Innella.

    Buon Ascolto! ✨ ✨ ✨

    Il Pod - Italian Podcast Awards

    Il Pod - Le Faville IG

    Il Pod Instagram

    Italian Podcast Awards: ‘Il Pod’, la prima edizione del premio per i migliori podcast - Rolling Stones

  • Missing episodes?

    Click here to refresh the feed.

  • Possiamo trasformare il dolore in qualcosa che ci è utile?

    Io e Valentina Noya ne parliamo nel nono episodio delle Faville.

    Valentina è una progettista culturale, ricercatrice, facilitatrice internazionale al video partecipativo, produttrice e molte altre cose. Insieme parleremo di violenza di genere e del Festival Liberazioni. Il primo festival nazionale che coinvolge in sezioni di concorso parallelamente detenuti e liberi. Parleremo di come il lavoro con le carceri sia strettamente connesso alla vita personale di Valentina e di come questa esperienza abbia impattato il suo percorso nel superare un evento traumatico. Parleremo di empatia, di sorellanza e di come conoscere le sfumature spesso ci aiuti a trasformare il dolore in qualcosa di buono.

    Buon Ascolto!

    ✨✨✨

    Scopri di più su Valentina:

    LinkedIn

    Self-empowering visual methods | Valentina Noya | TEDxCrocetta

    Keep Innovation - Pillole di mestieri: Ricercatrice video partecipativo Valentina Noya

    Festival - LiberAzioni

    Milad Tangshir - 'VR Free: libertà virtuale

  • 4 strategie da mettere in atto quando l'indecisione prende il sopravvento!

    Quanto è difficile a volte decidere? Vi capita mai di sentirvi bloccati? Di non sapere più cosa vi piace davvero? Di non sapere che strada prendere? In questo ottavo episodio parlo di come l'indecisione abbia fatto parte della mia vita e di come ho imparato a gestirla.

    Buon Ascolto ✨ ✨ ✨

  • Ascoltare e ascoltarsi può cambiare radicalmente il corso della nostra vita personale e lavorativa?

    Assolutamente si!

    Ne parlo con Andrea de Cesco in questo settimo episodio.

    Giornalista, podcaster e divoratrice di contenuti audio, Andrea ha seguito ciò che la entusiasmava fino a costruirci una carriera. Per farlo ha scommesso su un mondo che ancora non era conosciuto in Italia, quello dei podcast.

    Abbiamo parlato del magico potere dell’ascolto di se e dei contenuti audio e di come le due cose a volte si mescolino creando maggiore consapevolezza e serenità. Abbiamo parlato di mindfulness, di fare surf, di ansia, di meditazione, di nascere e crescere nella provincia e di riempirsi gli occhi di mare.

    Andrea ha collaborato con diversi giornali tra cui Vice, e in particolare con il Corriere della Sera con il quale collabora tutt’ora, sempre per il corriere cura la newsletter “Futura” di cui è anche art director. È autrice e curatrice di "Questioni d’orecchio" la prima newsletter di podcast in Italia, che è un osservatorio puntualissimo sui podcast e sul mondo dell’ascolto in generale.

    Buon Ascolto! ✨ ✨ ✨

    Scopri di più su Andrea:

    Instagram

    Twitter

    "Questioni d'orecchio" - La prima newsletter italiana sul mondo dei podcast e degli audiolibri

    Ascolta il podcast di Andrea "Parliamo di Podcast", un progetto di Lifegate

    Articoli che parlano di Andrea

    Podcast e giornalismo: Questioni d'orecchio

  • Quanto è importante e sano scegliere le proprie battaglie? Troppo. Ne parlo insieme a Irene Facheris.

    In questo episodio parleremo della sindrome dell’impostore, della paura del femminile, del perché si ha spesso un'idea sbagliata del femminismo e di salute mentale. Irene è una Formatrice, laureata in Gender Studies, attivista trans femminista intersezionale, host di quattro podcast tra cui Palinsesto Femminista, presidente dell'associazione Bossy e responsabile di Bossy +, un hub che aiuta le realtà lavorative ad avere un punto di vista più inclusivo nelle scelte in azienda. Scrittrice del libro “Creiamo Cultura Insieme: 10 cose da sapere prima d'iniziare una discussione” (Tlon Edizioni) e “Parità in pillole. Impara a combattere le piccole e grandi discriminazioni quotidiane” (Rizzoli).Nel 2020 è stata inserita dal “Sole 24 Ore” tra le 10 donne che hanno lasciato il segno, e dal “Corriere della Sera” tra le 110 donne dell’anno. E la troverete anche nel nuovo libro "Storie della buonanotte per bambine ribelli. 100 donne italiane straordinarie" di Elena Favilli (Mondadori).

    Buon Ascolto

    Scopri di più su Irene

    Website

    Instagram

    TEDx - Le regole del gioco

    Bossy.it - comunità di divulgazione e proposte d’azione su tematiche quali stereotipi di genere, sessismo, femminismo e diritti LGBTQ+

    Bossi+ - Consulenza Formazione Eventi

    Libri
    Creiamo cultura insieme. 10 cose da sapere prima di iniziare una discussione - Edizioni Tlon

    Parità in pillole. Impara a combattere le piccole e grandi discriminazioni quotidiane - Rizzoli

    Podcast

    Coming out: storie che vogliono uscire - Audible

    Equalitalk - Coming Out - Audible

    Palinsesto Femminista - Spotify

    Lenti femministe: uno sguardo di genere sul mondo” in esclusiva per Patreon.

    Le 10 italiane che hanno lasciato il segno nel 2020 - Il Sole 24 ore

    Le 110 donne del 2020 secondo il Corriere

  • È possibile fare il proprio lavoro scegliendo di seguire i nostri valori? Silvia Stella Osella ci racconta come ha scelto di disegnare la sua carriera da libera professionista seguendo i suoi valori e ciò in cui crede. Abbiamo chiacchierato dell'importanza di ascoltarsi, di moda sostenibile, di lettere a se stessi e del profondo significato delle tendenze. Silvia è una Textile e Surface Designer e Color Consultant e con i suoi Audit su Instagram crea stupende rassegne dove attraverso una grande lavoro di ricerca seleziona brand che producono i loro prodotti in maniera sostenibile dimostrando che le cose stanno cambiando e che è possibile fare delle scelte più oculate senza rinunciare ne al lato estetico e tenendo in considerazione anche il lato economico.

    Scopri di più su Silvia

    Instagram

    Silvia Stella Osella: designer e consulente dalla filosofia sostenibile - Grazia.it

    A CASA DI SILVIA STELLA OSELLA, TRA CITTÀ E NATURA - Elle Decor

    Caleido intervista Silvia Stella Osella textile designer

    Silvia ha tenuto un corso di Progettazione e colore per design tessili e di superficie sulla piattaforma di Domestika

  • In questo ultimo episodio del 2021 parlo dell'ansia della fine dell'anno e di come ho imparato a gestirla.
    Della pressione sociale sugli anni che passano, di dedicare tempo a mettere a fuoco cosa si vuole per se stessi, dei vantaggi di dialogare con la paura e di come ho imparato a gestire il mio Bianconiglio. Auguri.

    Grazie per aver ascoltato Le Faville.

    ✨✨✨

    Scopri di più

    Sito Web: https://www.lefaville.com

    Instagram: https://www.instagram.com/lefaville_poscast

  • Cosa succede quando vuoi qualcosa e questo qualcosa non c'è? Succede che sei davanti all'opportunità di crearlo. Emily Mignanelli ci racconta come ha fatto lei, a creare a Osimo, nelle Marche una nuova idea di scuola. Dopo essere rimasta incinta presto, a 19 anni, si è resa conto che quello che aveva imparato a scuola non era sufficiente a risolvere le difficoltà della vita così ha iniziato a interessasi all'educazione dell'infanzia e dopo avere conseguito gli studi in materia ha aperto la scuola che considero dei sogni! Insieme parleremo di Emily Dickinson, di Korczak, di cene immaginare con la Montessori, di come noi essere umani siamo intelligenti, di galeoni delle lego e di prenderci cura dei bambini che siamo stati, di viaggi in India e della bellezza delle vite e delle carriere non lineari.

    Scopri di più su Emily Mignanelli:

    TEDx

    Instagram

    Ad Osimo, nelle scuola sulle colline, dove bambini e adolescenti germogliano con rispetto

    Serendipità - Scuola Comunità Dinamica

    Blog - Hundreds of Buddahs

    Libri:

    Non basta diventare grandi per essere adulti - Feltrinelli

    Hundreds of Buddahs - Viaggio intorno al mondo alla ricerca di nuovi paradigmi educativi - Lindau

    Emily Mignanelli è laureata in Scienze della formazione primaria e Scienze Pedagogiche, è anche cultrice della materia in Pedagogia Generale presso l’università di Macerata. È una formatrice, una maestra, una scrittrice, blogger e fondatrice di Serendipità - Scuola Cominutà Dinamica, scuola per i bambini dai 3 ai 14 anni, e fondatrice del centro “Corallo”, centro di pedagogia dinamica e sistemica. Emily ha scritto “Non basta diventare grandi per essere adulti” edito Feltrinelli e Hundreds of Buddhas - Viaggio intorno al mondo alla ricerca di nuovi paradigmi educativi, edito Lindau.

  • Nel secondo episodio chiacchieremo con Lara Lago (@lara_lake).
    Lara è una giornalista e attivista che lavora a Sky e cura la sua rubrica online "Caro Corpo" sui canali social di SkyTG24.
    Dopo alcuni anni di lavoro in Italia, trova un'opportunità di lavoro ad Amsterdam, e lì inizia a conoscere una società diversa e inclusiva. Lara è anche una ragazza curvy e ad Amsterdam (in quel periodo, nel 2016, diventa virale un sua lettera indirizzata al Ministro Poletti in merito ad alcune sue affermazioni sui giovani italiani immigrati all'estero) scopre che lì è possibile fare qualunque lavoro senza dovere rispondere a nessun tipo di stereotipo fisico. Viene così a contatto con i temi della Body Positivity e inizia a guardare il suo corpo con occhi diversi. Poi, sceglie di tornare in Italia portandosi dietro un bagaglio pazzesco. E tra molti progetti, tiene sui suoi canali vivo il dibattito sui questi temi, dando voce a storie che è tempo di raccontare. In questo episodio ascolteremo il suo percorso. Buon ascolto!

    ✨✨✨

    Scopri di più su Lara Lago

    Instagram: https://www.instagram.com/lara_lake/

    Caro Corpo: https://tg24.sky.it/spettacolo/2020/12/02/body-shaming-significato-caro-corpo

    Lettera di Lara Lago all'ex Ministro Poletti: https://www.elle.com/it/lifestyle/a2848/lettera-ministro-poletti-italiana-estero/

    Intervista di Lara Lago su Vanity Fair: https://www.vanityfair.it/news/approfondimenti/2020/10/05/body-positivity-lara-lago-che-ad-amsterdam-ha-imparato-ad-amarsi

    ✨✨✨

    Sito Web: https://www.lefaville.com

    Instagram: https://www.instagram.com/lefaville_poscast

  • In questo episodio vi racconto la mia Favilla, o almeno una delle più determinanti avute in questi anni. Quella che mi ha portata a vivere a Brooklyn, New York dieci anni fa. Nel 2011 ho scelto di andare a fare un viaggio da sola a New York, per un mese. Il mio primo lungo viaggio da sola. Volevo visitare questa città a modo mio, senza condividere l'itinerario con nessuno, lasciarmi contaminare e travolgere. Il mio lavoro era diventato insoddisfacente e privo di stimoli, e partire era un modo per vedere se era possibile innamorarmene di nuovo, per darmi una scossa. Faccio la graphic designer e sapevo che in questa città avrei trovato molte delle più interessanti e note agenzie, studi di design e comunicazione. Volevo andare di persona in questi posti anche solo per pochi secondi, sentire che effetto faceva, e così ho fatto. Da li è iniziato un viaggio molto più complesso che non è ancora terminato.

    Grazie per aver ascoltato il primo episodio del podcast Le Faville.

    ✨✨✨

    Scopri di più

    Sito Web: https://www.lefaville.com

    Instagram: https://www.instagram.com/lefaville_poscast